Povera sora – Il classico sfaccimmoso di Rino Chiangiano e del Piccolo Nardi


  • Tenetevi forti perché oggi tiriamo fuori dal cilindro un superclassico, un capolavoro del trash neomelodico, un videoclip che i fan di Trashopolis già invocavano ai tempi del nostro debutto. Signore e signori, è con orgoglio che vi presentiamo Povera sora, leggendario duetto del 2002 tra Rino Chiangiano e il Piccolo Nardi, all’epoca quindicenne. Dobbiamo essere onesti: il video era già presente su Youtube, ma il postatore non ha avuto l’accortezza di scrivere il titolo della canzone e l’ha reso di fatto irreperibile. Il tema trattato è quello dell’onore familiare da riparare o almeno da vendicare. Chiangiano ha messo incinta la sorella del ragazzino e non vuole sposarla: posto di fronte alle proprie responsabilità risponde, con impagabile bon ton, di avere già l’innamorata, di avere copulato con la poverina solo per sfizio e di ritenere la gravidanza una madornale palla. Poiché al Piccolo Nardi non riesce la mediazione diplomatica nella quale Gino Del Miro (E me sì sora) e Gianni Sacco (Nun sbaglià) si erano dimostrati degni eredi di Kissinger, il ricorso all’omicidio diviene l’unica soluzione ragionevole. E Chiangiano si ritrova con la panza bucherellata di proiettili.


Commenti

  • enzo il 29-03-2011 alle 16:41

    Mito!

  • Ciro Ascione il 29-03-2011 alle 16:49

    Se devo essere sincero, nella prima metà degli anni 2000 avevo smesso di seguire i videoclip neomelodici, quindi ignoravo l'esistenza di due versioni differenti di "Povera sora". E' comunque probabile che i cantanti abbiano deciso di girare una versione del video successiva e più sofisticata, dato che questa è piuttosto rozza (la canzone "mimata", con i labiali fuori sincrono, è persino al di sotto degli standard medi di televolla).

  • Curious George il 29-03-2011 alle 19:37

    E' davvero orribile, grazie!

  • Nulleamai il 29-03-2011 alle 19:54

    io conosco un'altra versione che se devo essere sincero era molto + bella con il piccolo nardi, il giovane aveva tipo 8-10 anni e c'erano scene molto + violente, l'ultima strofa era una minaccia meravigliosa: da stasera nu fai male cchiu a nisciunoooooo! Alla quale seguiva uno schiaffone talmente potente da atterrare il bambino e fargli uscire pure il sangue dal naso. Anche la scena dell'omicidio era epica con gli ex amici del morto che guardano il bambino killer e annuiscono, anche un po intimoriti…

  • nulleamai il 29-03-2011 alle 19:56

    e comunque grazie per aver messo questa qua…

  • Ajax il 29-03-2011 alle 22:47

    Ma rino chiangiano chelli lent nun se lev mai? Confermo anche io l'esistenza del video alternativo.

  • Ugo il 30-03-2011 alle 10:45

    Kuros, sono anni che mi sono sempre chiesto se esiste qualche grado di parentela tra il piccolo Nardi e Mauro Nardi, per caso hai notizie al riguardo?
    Confermo anche io l'esistenza dell'altro video

  • Munnezza da Gente il 30-03-2011 alle 11:17

    Ci permettiamo di far notare che una nuova versione del brano è circolata nei primi anni del 2000 (o giù di li). Si tratta della canzone "Doje parole" ululata dal Chiangiano in coppia con il piccolo pino giordano. Ritroviamo il bar, il tavolino e l'aria prepotente del muccusiello che va a rinfacciare all'adulto le sue responsabilità. Questa volta pero' il piccolo difende la mamma (non la sora) intimando all'uomo di non prenderla in giro ponendo la sua condizione: lo spusaliZio! Questa volta il fresco padre adottivo-fa-da-te si dice d'accordo e felice della notizia. Possiamo credere si tratti di una sorta di redenzione del percorso del cantante? Mah, in ogni caso il video è qui: http://www.youtube.com/watch?v=_mgzOYU3DNs

  • Ugo il 30-03-2011 alle 18:22

    tu sei per caso quello zio tom di casaluce che sputava razzismo su napoli ed i napoletani, e che si distingue per i commenti paraleghisti e pieni di indulti sui video di youtube?__Se sei di Casaluce, paese in passato commissariato per infiltrazioni camorriste ai poco da atteggiarti dato che vivi in una realtà con gli stessi problemi di napoli, se invece sei napoletano, visto che ti ritieni troppo civile ed intelligente rispetto ai napoletani e schifi tanto la tua città, perché non vai a vivere altrove?

  • Ugo il 30-03-2011 alle 21:31

    invece guardando il suo profilo facebook, ho visto che c'è il link del sito a cui mi riferivo http://munnezzadagente.blogspot.com/2011/03/dicit
    mi scuso con te se faccio polemiche sul tuo sito, ma vedere un napoletano che passa la vita ad ostentate il suo disprezzo nei confronti della sua città ed il suo razzismo nei confronti dei suoi concittadini, oltre ad insultare genteche neppure conosce, nascondendosi dietro l'anonimato garantito da internet, arrivando a compiacersi se al nord o all'estero scrivono articoli di giornale contro Napoli ed i napoletani, mi fa molta rabbia, soprattutto se questo individuo continua a vivere a Napoli guardandosi bene di trasferisi in altri luoghi dove vive la gente che a suo parere sarebbe al suo grado di civiltà, cultura ed intelligenza.
    Spero che munnezza abbia meno di quindici anni, in caso contrario il suo sito ed i suoi interventi dementi sui video di youtube, gli farebbero fare la figura del frustrato complessato, dato che se davvero nella vita valsse qualcosa, sarebbe andato a lavorare o al limite a studiare in qualche altro luogo da lui ritenuto civile ed evoluto,

  • Ugo il 30-03-2011 alle 21:42

    anche se non c'entra nulla con il video del piccolo nardi, io sono contentissimo dell'apertura della nuova stazione della metropolitana, anche se in altri paese come la Germania, la Spagna ed il Giappone, le infrastrutture si costruiscono molto più rapidamente che in italia, la sua apertura comunque rappresenta un miglioramento della viabilità urbana, inoltre a roma ed a milano la costuzione delle nuove linee della metropolitana e delle nuove strade ferrate da quindici anni a questa parte va molto più a rilento che a Napoli ed in Campania (regione dove oltre l'alta velocità in questi anni sono stati costruiti oltre sessanta chilometri di strade ferrate più di tutte le altre regioni), malgrado dal punto di vista tecnico e geologico la costruzione della metropolitana richiede maggiori difficoltà

  • Ugo il 30-03-2011 alle 22:05

    aggiungo anche che la nuova fermata della metropolitana è dal punto di vista architettonico molto bella, e che tutti coloro secondo cui è stata un'opera inutile fatta solo per sprecare e rubare soldi, poiché l'università si può raggiungere anche a piedi, di provare lui a raggiungere a piedi ogni mattina piazza Bovio partendo da piscinola, chiaiano, rione alto e dai colli aminei ed arrivare in tempo al lavoro o ai corsi universitari

  • Ugo il 30-03-2011 alle 22:15

    MALGRADO TUTTI I PROBLEMI DELLA MIA AMATA CITTA' SONO ORGOGLIOSO DI ESSERE NAPOLETANO, TUTTI I NAPOLETANI CHE ODIANO NAPOLI E RITENGONO I LORO CONCITTADINI INCIVILI, SE NE ANDASSERO A VIVERE ALTROVE, SE NON LO FANNO DIMOSTRANO SOLO DI ESSERE DEI COMPLESSATI, MEDIOCRI E FALLITI

  • Trashopolis TVB il 30-03-2011 alle 23:22

    In parte hai ragione. Anche a me brucia il culo. Certa gente sembra fare come Totò con Peppino (il locale è triste e sta sempre qua dentro!) vedi http://www.youtube.com/watch?v=HGU10qdKVuE in Totò, Peppino e i fuorilegge.
    Ho detto in parte, perchè se è vero che il locale è triste e stanno sempre qua dentro, non si può negare che noi campani (e in particolare i napoletani per la loro proverbiale vita esagerata) siamo poco propensi alla vita comunitaria. Purtroppo, la classe dirigente nostrana, così come i disagi quotidiani, ce li scegliamo noi e non sempre le sciagure sono castighi di Dio o sfortuna. Noi siamo fatti così e hai voglia di fare blog, leggere libri e cercare di capire: la risposta non c'è e non va cercata. Ad un certo punto, se uno inconsciamente ha deciso di estinguersi (come stiamo facendo noi) è inutile sbattersi più di tanto.
    Mi potrai dire che non bisogna generalizzare. In parte ti darei anche ragione, ma come me lo spieghi Cesaro? Mica è stato eletto presidente della provincia di Napoli per opera dello spirito santo? Se gli incivili fossero una piccola fetta della nostra comunità, gente come Cesaro prenderebbe una piccola fetta di voti.
    Vedi, io odio (nel vero senso della parola) tanti miei concittadini per la loro arroganza e sono molto duro nei confronti dei miei conterranei, ma nonostante tutto resto qui. Non sono complessato, nè fallito. Mediocre, forse.
    Tutto questo l'ho detto perchè ho letto e leggo il blog munnezzadellagente. Questo blog è molto duro, ma quello che sembra fango, dal mio punto di vista, è solo un modo per riportarci alla realtà delle cose e non pensare alla nostra terra per luoghi comuni (sfogliatella, pizza, mozzarella, ecc.). Per me è duro, durissimo, ma necessario. Non ci servono intellettuali e giornalisti che ci riempiono di palle e banalità per farci sentire come i cani quando gli viene dato l'osso. A noi, per capire e non dormire, ci serve un cazzotto allo stomaco. Purtroppo, abbiamo il sonno pesante.
    P.S. Personalmente sono contento di essere campano. Vivo tra Napoli e Caserta e spero di viverci fino alla fine dei miei giorni. Orgoglioso non lo sono perchè non ho fatto niente per nascere e vivere qui. Ci sono capitato per caso, non l'ho scelto io questo posto.

  • Ciro Ascione il 31-03-2011 alle 00:25

    Munnezzadellagente non mi sembra affatto un blog razzista; è invece un blog che critica fortemente alcuni aspetti deteriori della napoletanità. Ma lo fa in maniera onesta, imitando lo stesso linguaggio dei personaggi che vuole attaccare. Quindi si tratta di un attacco dall'interno, mentre il gioco del razzista è quello di prendere le distanze dall'oggetto trattato. Poi magari posso non essere d'accordo con ciò che scrive MdG, ma da qui a dargli del "frustrato complessato" ce ne passa.

  • Ciro Ascione il 31-03-2011 alle 00:26

    C'è una sola cosa che vorrei sapere: quale nesso c'è tra il blog "Munnezza della Gente" e il blog "Sfaccimma della gente"?

  • fran il 31-03-2011 alle 02:43

    Entrambi i blog parlano della nostra gente.

  • Curious George il 31-03-2011 alle 04:27

    Finalmente c'e' di nuovo fermento polemico attorno al blog, come ai tempi delle crociate anti-pidocchi ed anti-provoloni.

    Mi permetto di dire la mia opinione su questa discussione su napoletani che criticano Napoli etc. etc.. Nessuno puo' essere critico piu' duro della propria realta' di chi, in quella realta', ci e' "nato, cresciuto e pasciuto". Da partenopeo contento di esserlo (ma non orgoglioso), sono profondamente convinto che una frazione consistente della popolazione napoletana sia incivile, e che le ferite che l'animo nobile e storico della nostra cittadinanza ha subito a causa di tale feccia siano difficilmente rimarginabili. Per questo motivo ho vergogna di essere napoletano? No, anzi. Ma molte delle cose scritte nel peraltro godibile blog di MdG sono condivisibili, purtroppo. Difendere a priori l'indifendibile solamente perche' partenopeo e' puro provincialismo, e forse solamente la piu' recente espressione di una sottile forma di vittimismo che ha accompagnato gran parte della storia napoletana. Come se additare un" omm 'e 'mmerda" fosse meno giusto solo perche' l'omm 'e 'merda e' nato nella propria stessa ragione, provincia, citta'. A me, personalmente, sono proprio gli uomini di merda nostrani che fanno piu' schifo, perche' ne comprendo meglio la bassezza.

    P.S.: Ugo, non per scelta ma per necessita' non risiedo stabilmente a Napoli gia' da vari anni, quindi non preoccuparti…

  • Munnezza da Gente il 31-03-2011 alle 11:13

    ué uééé caro Ugo Ucariello ti ringraziamo per aver speso tiempo, suonno e fantasia sul nostro bloghettino (e profilo feisbucc). La tue riflessioni pero'ci sembrano elementari, puerili e superficiali oltre che ridondanti. Le tue critiche sono da napoletano medio, molto medio (ma nunnè coppa tua, saranno i recettori ca se sarann' sfasati, eppoi figurati, non ci meravigliamo se le sinapsi non trovano il loro percorso). A questo punto te facimm'na domanda: attè l'acqua calda ti scotta? Fa na cosa, apri il rubinetto, metti su caldo a manetta, lascia scorrere per due minuti poi mettici la mano sotto. Ecco a questo punto facci sapere dopo quanto tempo ti abbruci. Ué, per fare questo ti serve un cronometro, eh.

    Un onesto saluto attrashopolis, l'Ascione e o zi' Pepp'

  • Lord In Cool il 31-03-2011 alle 16:43

    Ehi chi è quel trombone di napoletano che intasa i commenti?
    Insegnateli che è ridicolo dirsi "orgoglioso" di una identità, perché nascere non è certo una scelta. Si può essere "felici" di essere italiani, napoletani o che sia… Orgogliosi no di certo. Orgogliosi di essere qualcosa? Ah, che aggettivi di tempi oscuri…
    Detto questo, Napoli ad oggi rappresenta un serio problema. La capitale del sottoproletariato fascista, l'epicentro della decadenza e del degrado nazionale, il terreno dove la camorra avanza e la scuola arretra.

    Apprezzo Trashopolis perché di fronte al male di certa "napoletanità" sa mostrare un'invidiabile ironia, a cui riconosco, forse sbagliando, una volontà anagogica e morale. E questo senza mai scadere nella derisione altezzosa o nell'insulto inviperito. Se il signor Ugo si sente bruciare, beh, quello è il fuoco dell'ironia socratica! :)

  • Ugo il 31-03-2011 alle 23:58

    il discorso che hai fatto potrebbe essere adatto per siti come la terra dei fuochi, che coraggiosamente denunciano situazioni di forte degrado, ma nel caso di munnezza si tratta di un frustrato complessato che considera la i settentrionali razzialmente superiori e passa la vita ad insultare la sua città ed i suopi concittadini con la speranza di rendersi simpatico ai mangiapolenta, altrimenti non si spiegherebbe il suo accanimento verso non problemi come l'apertura della nuova stazione della metropolitana, su cui si sofferma per ostentare il suo odio razzista nei confronti dei suoi concittadini, colpevoli di pensare di vivere in una città europea solo perché hanno la metropolitana invece di rendersi conto che è una spesa inutile, fatta per mangiare soldi poiché secondo questo intelligentone all'università si può anche andare a piedi(ripeto l'invito a provare ad andare a piedi da chiaiano, piscinola, campi flegrei e rione alto ogni mattina fino a piazza bovio per andare a lavorare o a seguire i corsi)

  • Ugo il 01-04-2011 alle 00:15

    (parte seconda)l'altro non problema su cui si accanisce sono i cantanti neomelodici, non vedo il motivo per cui debba essere considerato un motivo di degrado il fatto che a napoli ci sia gente che ascolta Raffaella, Antoine, Nanà Lupone, Nancy (quelli che ho trovato sul suo sito) ed altri cantanti che non hanno fatto niente di male a nessuno arrivando ad insultarli insieme ai loro fans sui video di youtube, naturalmente augurandosi l'eruzione del vesuvio in quanto ai video sui comportamenti incivili dei tamarri, naturlamnete guardandosi bene dal fare la stessa cosa per i tanti cantanti del sottobosco televisivo del nord, mediamente molto più cafoni dei cantanti che ho citato prima, non ha il diritto di identificare i protegonisti di quei video con tutti i cittadini di Napoli, peraltro la tamarragine con propensione alla violenza è diffusa percentualmente allo stesso livello di Napoli anche a roma, milano, bergamo, verona, ed a questo riguardo basta guardare i numerosi atti di violenza e furti commessi dai tamarri generalmente provenienti da famiglie facoltose, di milano verona ed altre città nelle località sul lago di garda

  • Ugo il 01-04-2011 alle 00:29

    (parte terza) personalmente indipendentemente dai giudizi morali su quest'individuo, provo ribrezzo di fronte al fatto che una persona stupida ed ignorante come cesaro possa decidere su questioni importanti riguardanti la mia vita e qeulla di tre milioni di persone che abitano a Napoli e provincia, ma lui è stato eletto in un contesto in cui alle amministrazioni di sinistra sono state attribuite tutte le colpe della gestione rifiuti(e comunque la sinistra ha fortissime responsabilità) e chiunque fosse stato presentato a destra avrebbe comunque stravinto, infatti la cesaro durante la campagna elettorale non è quasi mai comparso in televisione e maggior parte dei napoletani ancora oggi non sa neppure che faccia abbia e soprattutto non lo ha mai sentito parlare, il problema e che I CANDIDATI NON LI SCELGONO I CITTADINI MA LI SCELCONO I PARTITI DA ROMA IN BASE AGLI INTERESSI DEL NORD, SE I CANDIDATI DI DESTRA E QUELLI DI SINISTRA FANNO SEMPRE ENTRAMBI SCHIFO LA COLPA NON E' DEI NAPOLETANI CHE HANNO VOTATO GIUNTE DI TUTTI I COLORI POLITICI PRENDENDOLO SEMPRE A QUEL SERVIZIO

  • Ugo il 01-04-2011 alle 00:43

    (PARTE QUARTA) un tempo i militanti di sinistra andavano nei quartieri popolari sforzandosi di parlare la stessa lingua dei proletari, categoria alla quale spesso appartenevano,tentavano di capire quali erano i problemi del popolo, di creare spazi di aggregazione dove la gente discuteva di questi problemi e del modo di risolverli, e non si ponevano su di un piedistallo ritenendosi esseri superiori e bollando la cultura popolare come letame, oggi invece a sinistra hanno preso il sopravvento i radicalchic con la puzza sotto il naso, che i loro figli li mandano nelle scuole dei quartieri bene per evitare che imparino il napoletano, e che quando parlano con i proletari lo fanno dall'alto in basso, ed invece di tentare di capire i loro problemi e discutere con loro quali possono essere le soluzioni, sono buoni solo a fare i sermoni moralisti per fargli capire che loro sono delle merde poiché ascoltano i cantanti neomelodici, naturalmente che il resto della popolazione guardiin televisione maria de filippi, domenica in, il grande fratello, l'isola dei famosi ed atri programmi di rincoglionimento, naturalmente i proletari li mandano a fanculo ed in questo contesto anche cesaro riesce a vincere le elezioni

  • Ugo il 01-04-2011 alle 01:11

    caro George, dato che anche io vivo a Napoli e non mi sento nè un filocamorrista, nè un tamarro e nè uno di coloro che sul degrado ci campa, i disagi li vivo anche io così come non posso negare l'evidenza dell'enorme quantità di napoletani incivili, ma ci sono modi e modi di denunciare il degrado ed i problemi, ripeto che quello di munnezzail non vuole risvegliare l'orgoglio de napoletani dal letargo attraverso messaggi forti, ma il suo è il tipico comportamento del complessato che vergonandosi di essere napoletano tenta di riuscire simpatico ai mangiapolenta ostentando il proprio razzismo nei confronti dei suoi concittadini, arrivando a denunciare problemi inesistenti come il fatto che i napoletani ascoltino le canzoni di Raffaella ed Antoine o che siano contenti della costruzione della metropolitana
    ti invito a guardare questo video http://www.youtube.com/watch?v=Z-UZym0NlPU potrai vedere i tipici tamarri lombardi (che percentualmente ripeto alla popolazione autoctona sono un numero uguale a quelli napoletani) in questo caso che ha fatto scalpore poiché si trattava di consiglieri ed assessori, (continua)

  • Ugo il 01-04-2011 alle 01:11

    (parte seconda)molti lombardi si sono indignati ed hanno insultato i protagonisti del video ed i loro partiti, ma nessuno si è mai permesso di fare commenti razzisti verso tutti i lombardi, augurandosi la loro morte tramte alluvioni o altre catastrofi o andando sui video di van der sfoos ad altri cantanti dialettali patani per insultare loro, i loro fans e tutti i lombardi, la stessa cosa vale quando si trovano le tantissime megadiscariche abusive di rifiuti tossici in loimbardia ed in veneto, in questo caso accusano i politici e mai la gente del posto, quando danno gli appalti dell'expo alla ndrangheta, quando al nord ci sono truffe come quelle della parmalat, delle quote latte ed altre che vengono a costare centinaia di volte più delle false pensioni di invalidità, quando viene incentivato l'abusivismo edilizio e ci sono le alluvioni, roma, lombadia e veneto per quanto esternamente possano sembrare meno degradati di Napoli rono realtà sotto molto punti di vista molto più marce di Napoli, ma nessuna persona del luogo si permette di fare siti merdosi come quello di munnezza

  • Ugo il 01-04-2011 alle 01:21

    di elementare, puerile e superficili ci sono solo solo le tue opinioni, daltronde non ci si può aspettare altro da una persona stupida come te. Il napoletano medio che si lamenta ad ogni critica fatta a Napoli ed ai suoi concittadini fa parte del tuo immaginario ma non corrisponde alla realtà, purtroppo il napoletano medio è così assuefatto dalla continua propaganda antinapoletana, che i suoi complessi di inferiorità rispetto alle merde patane e la sua propensione all'autocritica rasentano il masochismo, basta guardare sul sito del mattino i commenti all'intervista di salvini, dove la maggior parte dei napoletani gli da ragione sul fatto che sono i cittadini della campania che hanno permesso lo sversamento dei rifiuti tossici, malgrado nel caso degli sversamenti illegali la lombardia è piena di discariche abusive di rifiuti tossici, ma in campania c'è stata molta gente che ha avuto il coraggio di denunciare e filmare i bastardi che scaricavano, in lombardia la gente ha fatto finta di non vedere, per quanto riguarda i rifiuti tossici smaltiti nelle discariche legali, la colpa è stata dello stato italiano che le gestiva e lo ha permesso

  • Ugo il 01-04-2011 alle 01:23

    non hai spiegato come mai visto che ti ritieni così intelligente, civile e superiore rispetto ai napoletani non ti trasferisci altrove, la risposta più probabile visto che non dimostri alte capcità intellettive, e che complessato e non ti ritieni all'altezza di trovare un lavoro al nord

  • Ugo il 01-04-2011 alle 01:31

    lordo in culo in occasione del centocinquantesimo uantesimo aniversario dell’unità d’italia da un anno ci stanno rompando i coglioni per convincerci che dobbiamo essre orgogliosi di essere italiani, in questo caso gli idioti come te non hanno nulla da ridire, io personalmente non mi sento italiano, maledico quel terrorista di merda di garibaldi che ci ha unito alle altre merde del nord, e continuo a sentirmi orgoglioso di essere napoletanao. La mentalità fascista è molto più diffusa al nord che a Napoli, ed i radicalchic con la puzza sotto il naso come te sono gli ultimi che hanno il diritto di chiamare fascisti gli altri. Che napoli sia degradata e piena di persone incivili è innegabile, ma quali sarebbero le zone virtuose? forse roma, il veneto, milano e tutta la lombardia? personalmente ritengo che facciano ancora più schifo che Napoli, sotto il punto di vista dell’inciviltà, della cafonaggine, del potere della criminalità organizzata, e del degrado del territorio

  • Trashopolis TVB il 01-04-2011 alle 09:59

    No. Cesaro sta lì perchè tutti sapevano chi era. Al contrario, la sinistra, che ha governato male, poteva vincere anche se avesse presentato un pupazzo visto che dall'altra parte si è presentato tale personaggio. Poche persone, per lo più sprovvedute, non conoscevano Cesaro. Oltretutto, in tv ci è andato eccome, visto che conosciamo tutti le sue qualità oratorie. La provincia di Napoli era zeppa di sue gigantografie, e i commenti, anche di quelli che lo hanno votato, me li ricordo eccome e non erano lusinghieri.
    È vero che i candidati li scelgono i partiti (e chi sennò?), ma Cesaro, con tutto che è andato meno di Berlusconi in tv, ha, come dicono i leghisti, radicato sul territorio i suoi voti. Non scherziamo, non ragioniamo con il PIOVE, GOVERNO LADRO.

  • Trashopolis TVB il 01-04-2011 alle 10:01

    La parte quarta è il trionfo dell'ovvietà.

  • Ugo il 08-04-2011 alle 00:11

    io evidentemente non conosco abastanza bene la realtà della provincia nord di Napoli per giudicare, ma ti posso assicurare che a Napoli città, la stragrande maggioranza delle persone che conosco la campagna elettorale per le provinciali non l'ha seguita, e cesaro non l'anno mai sentito parlare, conosco alcune persone che tendenzialmente credo votino a destra, che hanno scoperto chi è cesaro solamente attraverso le perle di saggezza come il tiktak e la barca la remiamo noi ascoltate su youtube

  • Ugo il 08-04-2011 alle 00:27

    invece a me sembra proprio un sito autorazzista fatto da uno zio tom complessato, che considera superiore la cultura patana, e sputa odio razzista sui suoi concittadini e la sua città con la speranza di essere accettato dai mangiapolenta patani.
    A me non sembra che i razzisti mangiapolenta patani che interrvengono sui video di youtube che in qualche modo riguardano napoli, usino un linguaggio differente da munnezza, e non vedo come si possa squotere le coscienze insultando i fans di Raffaella ed Antoine( che peraltro se non gli piacciono può benissimo fare a meno di ascoltare, peraltro nelle tv libere patanopoletnone ci sono cantanti e video molto più discutibili), o coloro TRA CUI IL SOTTOSCRITTO che sabato parteciperanno per il decollo della raccolta differenziata, la riduzione della produzione degli imbllaggi e per un ciclo dei rifiuti che davvero possa risolvere una volta per tutte questo problema, contro l'attuale piano rifiuti identico a quelli precedenti

  • Enzo il 09-12-2011 alle 16:43

    Attenzione! La prima versione della canzone non aveva come protagonista il piccolo Nardi.
    La prima versione è cantata dal sommo maestro Rino Chiangiano con il Piccolo Valentino (fratello della piccola Anna di Giggin o'bello) ed è contenuta in un cd zeppo di successi strepitosi :D tra cui "Diciotte anne fa" (in cui il ragazzino scopre che la fidanzatina è in realtà la sorella!) e "Passione" (in cui si parla di un ragazzino che muore durante dei fantomatici scontri in Curva B durante Napoli-Roma).